I POPOLI DI MADRE TERRA


Il caso dei Popoli naturali

Esiste il caso storico dei Popoli naturali, ovvero dei Popoli indigeni o Nativi del pianeta. Culture che non hanno riferimento etico e spirituale nelle grandi religioni comparse nella storia, ma che al contrario vivono e propongono un loro specifico modo di vedere e di rapportarsi alla vita. Per fare un esempio immediato possiamo dire che appartengono all'area dei Popoli naturali le tradizioni dei Nativi americani.
Il riferimento dei Popoli naturali e' costituito dai valori intrinsechi della natura intesa come manifestazione di un mistero che ha dato vita all’uomo e all’universo.
L’esistenza e’ interpretata come valore assoluto di uno stato di esistenza che accoglie nella sua globalita' fenomenica ogni possibile manifestazione.
Essi manifestano la caratteristica di una loro precisa mistica, quella del Potere, che nasce in una esperienza di tipo pragmatico che e' in sintonia con il mistero che la natura manifesta.
Esperienza che porta ad una concezione di armonia individuale, di pace e di fratellanza tra le genti, di liberta' personale degli individui e di conoscenza senza dogmi e senza confini.
Questa esperienza ha dato vita ad identita’ culturali diverse per ciascuna etnia dei Popoli naturali, ma tutte legate da una stessa esperienza di riferimento e di vita.


La rivalutazione dell'esperienza dei Popoli naturali

Per lungo tempo, le grandi religioni hanno bollato di superstizione e di ignoranza le visioni del mondo dei Popoli naturali tacendo sulla loro reale natura esperienziale.
Hanno mostrato questi popoli nel ruolo di reperti archeologici che non si sono evoluti e che sono sopravvissuti alla storia come curiosita' antropologiche.
Ma i Popoli naturali non sono temi di studio da mettere in una teca di un museo di antropologia. Non sono culture rimaste indietro nel tempo.
I Popoli naturali sono enti ben vivi che nonostante le persecuzioni subite, hanno vissuto la loro storia a fianco di quella delle grandi religioni procedendo per un loro specifico cammino evolutivo.


Il caso dei Nativi europei

Possiamo citare la storia, le persecuzioni e la continuita’ storica dei Nativi americani. Ma dobbiamo tenere presente che anche in Europa e’ successa la stessa cosa.
Da questa constatazione nasce il concetto dell’esistenza di Nativi europei, alla pari dei Nativi americani e dei Nativi di qualsiasi altro continente, che si aggiungono al numero dei Popoli naturali.
Concetto che e’ identificabile nell'identita' tradizionale di quegli uomini liberi che hanno cercato di mantenere un libero rapporto con il mistero dell'esistenza sul suolo europeo, attuando lo sforzo di sfuggire prima alla colonizzazione da parte dell'Impero romano e poi al processo di evangelizzazione imposto dal cristianesimo.
Uomini liberi che, nel loro rapporto con la natura, hanno scoperto inevitabilmente valori identici a quelli di altri Popoli naturali sparsi sul pianeta, ed hanno dato vita a una cultura tradizionale che ha similitudini con questi altri Popoli.
Tanto che oggi sono evidenti i legami che uniscono culturalmente, ad esempio, Nativi americani e Nativi europei al di la' delle distanze geografiche e storiche dei rispettivi Popoli.


Il messaggio di speranza dei Popoli naturali

Oggi, i Popoli naturali sono ben vivi e vitali, presenti nella storia, ciascuno con una loro precisa tradizione che per il suo univoco senso di universalita', ha molto da dire in un mondo dilaniato da guerre di religione.
Infatti, si puo' osservare come dalla spiritualita' dei Popoli naturali si possa giungere all'intuizione dell'esistenza di una spiritualita' universale che finora non era mai stata pensata.
La spiritualita' dei Popoli naturali, nel suo riferimento alla natura, puo' essere esempio di come si possa vivere in contatto con la natura stessa, della necessita' di rispettarla, della possibilita' di una effettiva fratellanza tra i Popoli e di una unita' spirituale nel riferimento ad una religione naturale che sia comune a tutti i Popoli del Pianeta.
Una lezione di pace e di progresso che l'umanita' non puo' sottovalutare.
Noi riteniamo che i Popoli naturali manifestino valori di grande importanza per tutta l'umanita'.
Valori fondamentali dell'uomo e del senso dell'esistenza che non sono stati contaminati e distorti dalle interpretazioni storiche e di parte delle grandi religioni e che oggi possono dare un importante e prezioso contributo all'evoluzione dell'individuo e del pianeta.
Per questo motivo conduciamo il nostro lavoro allo scopo di portare in luce i valori manifestati dai Popoli naturali per conoscerli e per farli conoscere al vasto pubblico.


(Da "I Popoli naturali e l'ecospiritualita'®", di Giancarlo Barbadoro e Rosalba Nattero, Edizioni Triskel - Torino 2000)